TCL conferma l’arrivo di uno smartphone BlackBerry senza tastiera a Ottobre

E’ notizia delle ultime ore che BlackBerry presenterà uno smartphone privo di tastiera fisica a ottobre: l’indiscrezione è stata fornita direttamente da François Mahieu, Global Head of Sales di TCL nel corso di un incontro tenutosi a Berlino a margine di IFA 2017.

L’IFA o Internationale Funkausstellung Berlin è una delle maggiori fiere tecnologiche del mondo con oltre 1000 espositori trattando dall’elettronica di consumo agli elettrodomestici. Questo evento permette agli espositori di presentare gli ultimi prodotti sviluppati dalle proprie aziende potendo contare su un vasto bacino di pubblico grazie anche alla visibilità dei media.

Che un nuovo smartphone brandizzato BlackBerry fosse in arrivo non è certo una novità, visto che la stessa azienda cinese proprietaria del marchio aveva già preannunciato l’arrivo di nuovi dispositivi entro l’anno (si parla dei modelli Krypton e Juno), ma questa è la prima volta in cui vengono svelate sia la data di presentazione – ottobre – che una delle caratteristiche principali del telefono, ovvero l’assenza della tastiera.

Mahieu da Berlino ha affermato:

Tra due mesi avremo una soluzione con schermo touch da mostrare. Siamo qui per starci, e nei prossimi anni presenteremo tanti prodotti BlackBerry.

Il nuovo dispositivo apparterrà alla medesima fascia di prezzo del KEYone, permettendo così alla clientela business di scegliere liberamente tra soluzioni con e senza tastiera fisica QWERTY.

Il nuovo smartphone non rappresenterà tuttavia un ritorno al “passato”, ma servirà a garantire il soddisfacimento di una domanda sempre più articolata sia a livello lavorativo che consumer: “Le tastiere continueranno a costituire un elemento importante del nostro DNA anche nel futuro”, ha rassicurato Mahieu.

TCL pare essere intenzionata a dare un nuovo impulso alla diffusione di prodotti con brand BlackBerry, dopo che la stessa azienda canadese era stata criticata nel passato di non essere pronta a reagire con rapidità ai cambiamenti del mercato.

Articoli Simili