Smartwatch BlackBerry, una utopia oppure una nuova realtà?

Siamo nel 2015, tante idee finalmente sono pronte per arrivare sul mercato e l’utenza è pronta per una nuova serie di accessori che accompagnano i super collaudati telefoni smart ed è giunto il momento di focalizzare l’attenzione sugli orologi intelligenti. L’utilità di tali dispositivi sempre connessi al nostro telefono, è quella di non perdere più le nostre notifiche, replicandole sul display, vibrando ed emettendo suoni. Il tutto è concepito a farci rimanere in contatto con le persone che più amiamo anche quando si corre, quando si è ad una riunione, oppure in un ambiente particolarmente rumoroso ecc.

Facciamo un piccolo passo indietro e parliamo un attimo della concorrenza e vediamo cosa ha già fatto in tempi direi davvero brevi, grazie anche al supporto di Google, che ha creato un sistema operativo per indossabili, chiamato Android Wear. Il “nuovo” sistema operativo conferisce a questo tipo di prodotti la possibilità di ampliare le funzioni, tramite un market dedicato, che si sta sempre più riempiendo di applicazioni per ogni tipo di esigenza. Questo nuovo settore ha trovato, non solo nuovi introiti ma anche una libera espressione del design, basti pensare al look tutto tondo di Moto 360, al più semplice e squadrato LG G Watch per passare alla forma curva di Samsung Gear S.

BlackBerry purtroppo non ha ancora presentato nulla in questo settore, noi lo abbiamo immaginato per loro, cercando di trovare un prodotto, non solo in linea con la concorrenza ma che al tempo stesso fosse un forte richiamo al brand e con un design piacevole.

Lo abbiamo immaginato nero, con un display super Amoled dalla forma ottagonale, impermeabile con certificazione ip67, dal quadrante con lancette bianche per l’ora ed i minuti, mentre per chi preferisse avere a video anche i secondi, la lancetta prende il colore rosso, lo stesso che emetterebbe il led inserito sul lato destro della scocca, nella rotellina per regolare l’ora, che in questo caso prende tutt’altra funzione, in perfetto stile BlackBerry.

Abbiamo anche inserito delle features provenienti da altri dispositivi già presenti nel mercato che abbiamo trovato geniali, come il tap to wake, ovvero un tocco sul display per accendere il dispositivo, due per spegnerlo. E’ stato aggiunto uno swipe verso destra che richiama il BlackBerry Hub dal quale controllare tutte le notifiche in un unico posto, esattamente come amiamo fare sui nostri device.

Uno dei punti deboli che tanto fanno discutere è il modo nel quale gli stessi vengano ricaricati, spesso si ricorre a basette che si agganciano in maniera del tutto scomoda e che non danno la possibilità di farlo senza perdere la pazienza, un esempio su tutti il Gear S di Samsung. L’ideale sarebbe avere la ricarica ad induzione magnetica, che permette appunto la ricarica solo appoggiando l’orologio ad una basetta, tecnologia che permette di posizionarlo in modo corretto in pochissimi istanti. Tale base inoltre ha una connessione USB reversibile di ultima generazione che permette lo scambio dati col PC, non solo per un backup delle impostazioni e dei contenuti ma soprattutto per il trasferimento di dati (8GB di spazio in più al polso specialmente per chi ha una vita molto dinamica, sarebbe una opportunità immancabile).

In conclusione è stato rivoluzionato il tasto sul lato destro dell’orologio, quello che normalmente usiamo per regolare l’ora in un orologio normale, assegnandoli la funzione di risposta ed abbattimento della chiamata (diciamocelo chiaramente i tasti hardware, sono insostituibili per questo tipo di funzione).

L’idea è stata messa anche su carta, talmente ci è piaciuta. Ma voi che ne pensate?  Acquistereste mai uno Smartwatch BlackBerry con queste caratteristiche? Liberate la fantasia e fateci sapere le vostre idee.

Articoli Simili