Le considerazioni del CEO BlackBerry, John Chen, circa la Google I/O developer conference

Al termine della Google I/O developer conference, la conferenza tenuta annualmente da Google e rivolta a sviluppatori web e incentrata sullo sviluppo di applicazioni web attraverso Google o tecnologie aperte, il CEO BlackBerry, John Chen, ha colto l’occasione per “complimentarsi” con il lavoro che svolgerà Google nella messa in sicurezza della nuova versione di Andoid, ma allo stesso tempo ha voluto ribadire che già ora BlackBerry è il leader nelle soluzioni aziendali per la sicurezza dei dispositivi e delle comunicazioni.

Le considerazioni del CEO BlackBerry, John Chen, circa la Google I/O developer conference

Sul blog ufficiale dell’azienda canadese il CEO ha dichiarato:

Potreste aver seguito la Google I/O developer conference di ieri, la società ha detto di voler fare diverse cose per aumentare la sicurezza di Android. In rilievo sicuramente c’è la volontà di separare l’ambiente lavorativo dalle applicazioni personali, oltre ai dati già nelle prossime versioni di Android sfruttando la tecnologia Samsung’s KNOX containerization technology.

Sono felice per questo primo passo. La necessità di migliorare la sicurezza Android è chiara e convalida ciò che abbiamo in BlackBerry; conosciamo bene i potenziali pericoli che le imprese devono affrontare nell’era BYOD.

KNOX aiuta a colmare le lacune in Android come il nostro BlackBerry Balance usa i contenitori per proteggere le applicazioni di lavoro riservate e i dati, separando i dati personali. Ma KNOX non è stato ampiamente adottato – meno di 2 milioni di cellulari Samsung hanno effettivamente in esecuzione KNOX. Nel frattempo decine di milioni di dispositivi BlackBerry sono affidabili, ogni giorno 1000 aziende in tutto il mondo utilizzano i nostri device. Il nostro software BES domina la gestione della mobilità aziendale (EMM), con più clienti aziendali rispetto ai nostri primi tre concorrenti messi insieme.

E mentre KNOX cerca di costruire una fortezza su una base insicura, l’intera infrastruttura di BlackBerry non solo ha un equilibrio stabile, ma ogni singolo componente è costruito su una roccia multi-decennale di gestione mobile e competenze sulla sicurezza.

BlackBerry is still the gold standard” ha detto l’analista Kevin Burden eWeek nel mese di aprile; “Sappiamo che il livello di crittografia del dispositivo, il trasferimento dei dati… è al sicuro lì“.

I responsabili della sicurezza in BlackBerry sono meticolosi in ogni singolo livello, dai nostri dispositivi abilitati BlackBerry 10 (che, tra l’altro, sono in grado di eseguire in modo sicuro le applicazioni Android), alle reti su cui i vostri messaggi viaggiano, alla nostra sicura piattaforma di messaggistica, #BBM, al software di gestione BlackBerry Enterprise Server. E’ per questo che abbiamo vinto 45 certificazioni di sicurezza, più di qualsiasi altro vendor, compreso l’unico ambito certificato “piena capacità operativa” per funzionare sulle reti del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Mentre siamo d’accordo che la domanda di sicurezza mobile EMM sta crescendo a passi da gigante, possiamo dire che “BlackBerry è MDM prima che qualcuno sapesse cosa significava MDM“, ha scritto l’analista forense Tyler Shields il mese scorso. “La sicurezza sono i dispositivi BlackBerry e il sistema BES, la fase di progettazione continuerà ad aggiungere valore al business sopra e al di là delle componenti MDM commodity“. BlackBerry rimarrà leader nella sicurezza hardware e nella gestione dei propri dispositivi.

I nostri analisti hanno dichiarato il BES10 il più a basso costo totale di proprietà in 5 anni rispetto tutti i pacchetti EMM. BlackBerry Enterprise Server è completamente cross-platform. Oltre ai dispositivi BlackBerry, il BES può gestire iPhone, dispositivi Android e presto anche i dispositivi Windows Phone.

Non c’è da stupirsi che serviamo tutte e 5 le più grandi imprese di petrolio e gas del mondo, tutte le top10 case farmaceutiche, aziende automobilistiche e di assicurazioni, tutti i 7 governi del G7 e 16 dei governi del G20. E con i programmi di migrazione quali l’EZ Pass stiamo attirando migliaia di nuovi clienti che rappresentano 1,2 milioni di lavoratori, con il 10% di quelle provenienti dai fornitori MDM.

In BlackBerry, tutto il nostro obiettivo è rendere i lavoratori più produttivi, e le organizzazioni più sicure. Mentre plaudiamo Google e Samsung per i loro piani, non pensiamo comunque che tutto questo sia sufficiente per le imprese. Invece bisogna guardare alle aziende che hanno letteralmente investito tre decenni nella sicurezza e nella produttività. In altre parole, non fatevi abbagliare da chi non può parlare di sicurezza. Guardate invece alla società che ha dimostrato più volte che per noi è tutta una passeggiata.

Articoli Simili