John Chen pronto a spostare risorse dall’hardware al software

Terminata la presentazione dei risultati finanziari relativi al primo trimestre del 2016 è stata occasione per la società di Waterloo ed in prima persona con il suo CEO, John Chen, di fare il punto sulla situazione ed illustrare i piani per il prossimo futuro. Tra i principali temi caldi c’è stata sicuramente la flessione dei profitti derivati dall’hardware. Proprio a causa di questo “declino”, il CEO, John Chen, ha dichiarato che una parte delle risorse della loro divisione hardware sarà indirizzata per rafforzare il comparto software e l’Internet degli Oggetti.

John Chen pronto a spostare risorse dall'hardware al software

Dai risultati finanziari relativi al primo trimestre del 2016 è stato evidente come il brand canadese abbia subito un forte calo nelle vendite degli smartphone, a dimostrazione di come i nuovi prodotti come il BlackBerry Classic (e prima il BlackBerry Passport) non abbiano aumentato i profitti, diversamente dalle attese che il management di Waterloo si aspettava. E’ comunque chiaro che aumentare le risorse destinate ai software e all’IoT sarebbe la cosa più sensata in questo momento visto che a bilancio le entrate in questo senso sono aumentate del 150%.

Come abbiamo più volta trattato nelle ultime settimane è abbastanza evidente di come BlackBerry stia costantemente ampliando la sua redditività software grazie al BES e al QNX.

Ma cosa può rappresentare questa decisione per tutti gli attuali utilizzatori di smartphone BlackBerry? Assisteremo davvero ad una partnership con qualche importante produttore nella commercializzazione e nella fabbricazione di smartphone, magari con sistema operativo Android?

Solo il tempo potrà dirlo; mentre per tutte le riflessioni/supposizione al riguardo c’è la sezione commenti per farci sapere cosa ne pensate.

Articoli Simili