Il CEO di BlackBerry John Chen annuncia il completamento del piano di ristrutturazione

Nei giorni scorsi, mediate una nota interna, il CEO BlackBerry, John Chen, ha voluto comunicare a tutto l’organico dell’azienda canadese che il lungo processo di ristrutturazione, iniziato mesi fa, è finalmente giunto al termine dei lavori. Nel corso di questi mesi/anni l’azienda di Waterloo ha ridotto drasticamente la sua forza lavoro, si parla quasi del 60% negli ultimi tre anni, ciò nonostante da quando il nuovo CEO, John Chen, ha preso in mano le redini di BlackBerry, rapidamente ha cercato subito di creare stabilità con le vendite di asset non core, creare nuove partnership per rendere più efficiente la produzione e monetizzare mediante la vendita di una vasta parte delle partecipazioni immobiliari, detenute dall’azienda stessa.

A Blackberry logo is seen at the Blackberry campus in Waterloo

In questi mesi abbiamo imparato anche a capire la strada che il CEO vuole perseguire, pur volendo rimanere nell’ambito degli smartphone, è principalmente focalizzato a rimodellare la società e a fortificarla sui suoi punti di forza in settori come la sicurezza dei dati mobili e la gestione degli stessi dispositivi.

Ma cerchiamo di analizzare ora la nota interna inviata da lui stesso:

“…io credo che BlackBerry sia sulla buona strada per il recupero e sono fiducioso che la società raggiungerà l’obiettivo di ritornare redditizia entro la fine del corrente anno fiscale. Abbiamo completato il processo di ristrutturazione e la riduzione del personale che ha avuto inizio tre anni fa e ormai alle spalle. Ancora più importante, salvo eventuali flessioni inaspettate del mercato, sarà l’aggiunta in organico in alcuni settori come lo sviluppo prodotto, vendite e servizio clienti.”

Ora comunque bisognerà rimanere concentrati sul lancio della prossima versione del sistema operativo, OS 10.3, così come per gli smartphone BlackBerry Passport (settembre) e BlackBerry Classic (novembre). Dopo questi due eventi chiave allora potremmo analizzare se il piano di ristrutturazione ha dato i frutti sperati.

Articoli Simili