Dopo la violazione dei terminali Iphone, Aviva passa al BES10

Nuovi problemi per i terminali Iphone e la compagnia assicurativa britannica Aviva plc con sede a Londra. Presente in 21 paesi, con i suoi 43 milioni di clienti è la sesta più grande compagnia assicurativa del mondo ed è leader nel Regno Unito nel ramo danni, vita e previdenza. Aviva è una multinazionale con importanti mercati anche in Asia, Europa e Nord America ma in questi giorni riporta come più di 1.000 dei suoi dipendenti con dispositivi iPhone e iPad gestiti dalla soluzione Mobile Device Management e BYOD di MobileIron siano stati violati.

Dopo la violazione dei terminali Iphone, Aviva passa al BES10

La violazione avrebbe avuto luogo la sera del 20 maggio scorso ed ha coinvolto appunto più di 1.000 dispositivi. La vulnerabilità sfruttata è stata in grado di compromettere il server admin ed inviare messaggi a questi dispositivi e agli account di posta elettronica. Se tutto ciò non bastasse aggiungiamo che è stato possibile eseguire un wipe completo di tutti i dispositivi. Una prima contromossa messa in atto da Aviva è stata quella di migrare la gestione dei dispositivi Apple verso un BES10 e sembra in procinto di rescindere il contratto stipulato con MobileIron.

Quante ne dovranno ancora accadere prima che le aziende aprano gli occhi sui reali rischi che si corrono affidandosi a soluzioni aziendali non gestite dai sistemi BlackBerry? L’azienda canadese è leader in soluzioni aziendali con ambiente BES10 multipiattaforma, ma o si conosce poco oppure non ha ancora sufficiente appeal. Ci auguriamo allora che casi come questi accadano più di frequente dato che sembra essere l’unico modo per far apprezzare BlackBerry per quello che realmente è.

Articoli Simili