BlackBerry non cede alle richieste del Pakistan e interrompe tutti i servizi

Tutto ebbe inizio qualche mese fa quando in Pakistan, le autorità delle Telecomunicazione hanno chiesto agli operatori telefonici di cessare l’offerta per quanto riguarda il BES destinato ai propri clienti aziendali. Questi hanno successivamente inviato una lettera anche a tutti i carrier nazionali dando loro un preavviso di 90 giorni prima di chiudere del tutto i servizi legati al BES. Ma perchè si è giunti ad una simile conclusione?

Il Pakistan vieta l'utilizzo del BlackBerry Enterprise Service

Alla base di tutto ci sono le richieste avanzate dal governo pakistano alla società canadese che chiedevano loro di fornirgli il pieno controllo del traffico di dati nel loro paese, tra cui email e i messaggi BBM inviati dal servizio BlackBerry Enterprise; il tutto motivato da “ragioni di sicurezza”.

In questi giorni Marty Beard, COO BlackBerry, ha ribadito che la società non è pronta a cedere alle richieste di questo tipo, in quanto ciò creerebbe un buco di sicurezza vero e proprio nei loro servizi.

In una nota pubblicata sul Blog aziendale leggiamo come:

Come abbiamo detto molte volte, non accettiamo backdoor che danno accesso alle informazioni sui clienti, e non l’abbiamo mai concesso prima. BlackBerry ha lo scopo di fornire servizi sicuri alle imprese e ai governi di tutto il mondo. La privacy dei nostri clienti è una priorità per BlackBerry, e noi non comprometteremo questo principio.

Articoli Simili