BlackBerry, mediate AtHoc, si aggiudica esclusiva in oltre 200 aeroporti

Durante il BlackBerry Security Summit, svoltosi qualche mese fa a New York, fu occasione per la società di Waterloo di annunciare di aver stipulato un accordo definitivo per l’acquisizione di AtHoc. Si tratta di un leader nelle comunicazioni di crisi su reti sicure. La sua piattaforma software consente agli utenti, ai dispositivi e alle organizzazioni lo scambio di informazioni critiche in tempo reale durante le operazioni di business continuity e di sicurezza di vita.

BlackBerry, mediate AtHoc, si aggiudica esclusiva in oltre 200 aeroporti

AtHoc opera su qualsiasi dispositivo tra cui iOS, Android, PC e MAC, display digitali, radio, telefoni IP ed endpoint quali sirene, pannelli del fuoco e altoparlanti per aiutare le organizzazioni e le persone a connettersi e condividere le informazioni in tempi di crisi.

BlackBerry ha annunciato che attraverso AtHoc si è aggiudicata un appalto dalla Transportation Security Administration che estende gli accordi già esistenti per proteggere il personale della TSA all’interno delle strutture TSA in più di 200 aeroporti nazionali.

TSA sta agendo con grande rapidità e lungimiranza. Portare questi sistemi di allarme e di responsabilità a oltre 200 aeroporti della nostra nazione, così come nelle sedi, le regioni e centri nazionali di coordinamento TSA è un grande passo verso una rete di protezione completa e nazionale.

Questa l’affermazione del contrammiraglio Robert E. Day Jr. Pensionato ex CIO della US Coast Guard e membro del ATHOC Advisory Board. Tutto questo permetterà di accelerare la copertura e permette comunicazioni in tempo reale del personale della TSA durante eventi di routine, di emergenza e critici in aeroporti importanti come JFK, Dulles, LAX, OFS così come molti altri in tutta la nazione.

Articoli Simili