BlackBerry KEYone sottoposto a stress test di robustezza e solidità

Com’è giusto che sia, anche il BlackBerry KEYone viene sottoposto allo stress test di robustezza e solidità per testarne la qualità costruttiva e la resistenza di tutte le sue componenti a condizioni limite che mai nessuno si augurerà di dover mai fronteggiare. Nella quasi totalità dei casi gli scratch test si concludono tutti in modo piuttosto tradizionale.

Il display si riga esattamente come sugli altri smartphone (d’altra parte la protezione è la medesima, Gorilla Glass 4) e le altre componenti sono sufficientemente solide; in particolare, la tastiera funziona e permette lo scrolling dell’interfaccia anche se pesantemente rovinata, e lo stesso vale per lo scanner di impronte digitali integrato nella barra spaziatrice. Le fotocamere sono protette da vetro e quindi sono molto resistenti, e il display torna come nuovo dopo pochi secondi se surriscaldato con la fiamma viva di un accendino.

Il problema è il display, e come è fissato al resto della scocca o meglio, come non è fissato. Non c’è nemmeno un minimo di adesivo: è solo “incastrato“. Non solo il test fallisce ma ci sono già alcune segnalazioni di utenti a cui il telefono è caduto e il display è saltato via.

Per chi ha già acquistato lo smartphone non resta altro da fare che fare attenzione, specialmente quando viene riposto in tasca.

Articoli Simili