BlackBerry fa i fatti mentre i suoi competitors pubblicizzano solo le Idee

Leggendo e spulciando su Internet, ieri, o l’altro ieri, ho letto la notizie che, molto probabilmente, Microsoft nel suo prossimo Windows 10 implementerà, o ha intenzione di implementare, un emulatore di app Android. Naturalmente molte sono state le reazioni; chi di grande apprezzamento, per poter aumentare quello che è un parco applicazioni ancora limitato se confrontato con iOS e Android e chi di ritrosia e malcontento in quanto, come anche noi che utilizziamo smartphone BlackBerry, siamo oramai abituati a sfruttare questa peculiarità del sistema operativo BlackBerry 10 già da diversi anni.

BlackBerry fa i fatti mentre i suoi competitors pubblicizzano solo le Idee

Il numero di utenti BlackBerry, è inutile negarlo, va man mano sempre più diminuendo, se non fosse proprio per gli appassionati che scelgono di rimanere con il brand canadese. Sono loro i primi consapevoli del fatto che gli smartphone di Waterloo non hanno nulla di diverso dagli altri. Ancor meno però sono i devs che decidono di rimanere e sviluppare per una piattaforma per la quale oramai basta sviluppare in Android e la stessa app, con metà della fatica, la si ritrova su due diversi OS.

Ma la cosa che mi ha stupito di più è come Microsoft stia pubblicizzando e paventando questa nuova potenzialità ai quattro venti, mentre BlackBerry sono anni che ha sviluppato ed integrato un emulatore di apps Android all’interno del proprio sistema operativo, chi lo ha posseduto ricorderà certamente la possibilità d’installare (previa conversione) applicativi Android sul proprio BlackBerry PlayBook; sistema poi migliorato con il BlackBerry OS 10.

Ora mi domando e chiedo, ed ultimante lo sto facendo sin troppo e sempre sul solito argomento, per quale motivo gli altri pubblicizzano anche solo le idee mentre BlackBerry dorme e anzi, si limita a fornire servizi di terze parti?

Con le ultime leaked che sono trapelate per smartphone BlackBerry 10 il sistema ha raggiunto una fluidità impressionante e la facilità d’uso degli swipe, è un plus non indifferente che però viene riconosciuto a tutti gli altri competitor tranne che a BlackBerry; vuoi perché non si pubblicizza, vuoi perché non invia un semple nemmeno nelle grandi distribuzioni, vuoi che scovare le sue pubblicità in giro per il globo è come ritrovare uno dei mitici e sintomatici pokèmon leggendari, ma sono tutte cose che lasciano spazio alla concorrenza, terribilmente alla concorrenza.

Prendendo in esame Windows 10 e il nuovo sistema che dovrebbe, in linea teoria, accomunare l’ambito mobile con quello desktop, come in realtà ha già fatto da tempo iOS, ci troviamo difronte ad una società con una forza economica incredibile ma che, a livello di sicurezza e stabilità, almeno sul lato desktop lascia molto a desiderare. Questa realtà, quella della società di Redmond si sta muovendo, in un campo che gli era nuovo sino a qualche anno fa, mentre BlackBerry si limita a star sul suo piedistallo oramai fatto di nulla, arroccata dietro la sua idea del fornisco servizi, continuando a pubblicizzare poco la sua enorme sicurezza dal lato mobile e non solo.

Ora secondo voi, cosa dovrebbe fare la società di Waterloo? Quale dovrebbe essere una sua imminente reazione? La mia posizione la conoscete già.

Articoli Simili