BlackBerry completa l’acquisizione della WatchDox

WatchDox consente alle organizzazioni di accedere, condividere e controllare i propri documenti importanti ovunque si trovino: in qualsiasi tablet, smartphone o PC, anche quelli di fuori del controllo del reparto IT. Permette inoltre di integrare facilmente le applicazioni, come Microsoft SharePoint, Exchange e salesforce.com, e automatizzare i processi utilizzando estensioni API fornendo report completi di accesso ai documenti e al loro utilizzo per analisi e compliance. Con l’intento di estendere la sua portata nelle comunicazioni sicure, la società di Waterloo in queste ore ha completato un’altra importante acquisizione, quella di WatchDox per l’appunto.

BlackBerry completa l'acquisizione della WatchDox

Più di 500 aziende in tutto il mondo, tra cui le istituzioni globali top-10 finanziarie, agenzie governative e aziende Fortune 500, scelgono ogni giorno soluzioni WatchDox per proteggere le loro informazioni business-critical; una sorta di Dropbox ma pensato per l’impresa con più livelli di sicurezza incorporati per renderlo ancora più sicuro rispetto ai suoi concorrenti ed è ora proprietà di BlackBerry.

L’accordo per l’acquisizione ha visto un importo compreso tra 150 e 200 milioni di dollari con un centro di sviluppo localizzato ad Israele, sede della società, che impiegherà circa 100 degli attuali dipendenti dell’azienda. Fondato nel 2008, WatchDox ha raccolto oltre 35 milioni di dollari da diversi investitori, ed è diventato noto in tutto il mondo come leader nella tecnologia volta a proteggere file e documenti.

Articoli Simili