200 nuovi licenziamenti tra il personale BlackBerry

Dopo una “breve” pausa riprende inesorabile il piano di licenziamento per i dipendenti BlackBerry. Anche questa volta il tutto è “giustificato” dalla necessità di trovare nuovi modi che consentano di capitalizzare le opportunità di crescita, durante la guida verso la redditività sostenibile in tutte le parti del business. Dopo Gary Klassen, l’inventore di BBM, che ha lasciato, pare, spontaneamente l’azienda, una sorte simile è toccata ora a circa 200 impiegati dislocati tra le sedi di Waterloo e Sunrise in Florida.

Nuovi tagli di personale in BlackBerry e gli ex dipendenti ora lavorano per Apple, Microsoft e Samsung

Ipotizzando vien da pensare che il nuovo taglio di personale riguardi coloro che lavoravano o comunque seguivano l’ambiente del sistema operativo BlackBerry 10, ma attualmente non ci sono notizie a conferma di ciò.

Intanto il brand canadese ha voluto rilasciare una comunicazione ufficiale nella quale leggiamo:

Mentre BlackBerry continua ad eseguire il suo piano di turnaround, restiamo focalizzati sull’efficienza di guida in tutta la nostra forza lavoro globale. Questo significa trovare nuovi modi che ci consentano di capitalizzare le opportunità di crescita, durante la guida verso la redditività sostenibile in tutte le parti del nostro business. Di conseguenza , un piccolo numero di dipendenti sono stati licenziati a Waterloo e Sunrise, FL. Significa anche che BlackBerry sta attivamente reclutando in quelle aree del nostro business che guideranno la crescita. Per i dipendenti che hanno recentemente lasciato l’azienda, sappiamo che essi hanno lavorato sodo per conto della nostra azienda e siamo grati per il loro impegno e contributo.

Il virus buono nella community BlackBerry® | BlackBerryHack.com founder | BBM: virus89 |

4 Commenti

  1. Carla
    9 febbraio 2016 alle 20:03 Rispondi

    Conferme o meno la politica di Chen non muta; lo vedo benissimo seduto fra i nostri parlamentari…identico atteggiamento; affezione smodata alla poltrona, autoreferenzialismo fino alla nausea, scarsa propensione alla trasparenza, promesse e smentite…la clientela italiana avezza a maltrattamenti d’ogni tipo subisce passiva, costantemente tramortita da notizie che hanno definitivamente cassato ogni tipo di reazione…

    Ricordo un’azione non violenta che mise in ginocchio un leader del trasporto pubblico americano…all’epoca i neri d’america erano cittadini di serie b; la gente ha scordato che l’american dreams e’ costato lacrime e sangue alla minoranza di colore.

    I neri potevano usare i bus, ma una volta a bordo subivano vessazioni d’ogni genere…”la sarta Rosa Parks non si era seduta nella parte bianca del bus, ma in quella intermedia di separazione delle razze, che veniva occupata solo quando il bus era molto affollato. L’autista le ordinò comunque di alzarsi per cedere il posto a un uomo bianco, Rosa rifiutò, venne imprigionata e liberata la sera stessa grazie alla cauzione pagata dall’avvocato bianco antirazzista Clifford Durr”.

    “Il boicottaggio degli autobus di Montgomery iniziò il 5 dicembre 1955 e si concluse il 21 dicembre 1956: fu una delle più straordinarie dimostrazioni di resistenza non violenta che si ricordino. Migliaia di afroamericani rinunciarono al trasporto pubblico per un anno intero”.  

    L’azione pacifica ottenne l’adeguamento dei regolamenti per l’accesso delle minoranze ai mezzi pubblici…un braccio di forze impari che costo’ centinaia di migliaia di dollari ed un ravvedimento da parte dei dirigenti Bianchi…la lezione pacifica e civile di esseri umani trattati al pari di bestie.

    Una “REAZIONE” che fa’ riflettere, perché dimostra che l’unione fa’ la differenza…

    Mi fa’ pensare a quanto poco conti il nostro pensiero ed i nostri bisogni per coloro che abitano i ” piani alti”…eppure siamo noi ad acquistare, siamo noi a spendere il nostro danaro…in questo specifico caso per uno Smartphone, per un provider che ci fornisca un servizio…

    Infine io come molti sono scontenta ed amareggiata, non solo non posso acquistare ciò che voglio, spesso per ottenere un servizio che pago devo acquistare quello che non voglio…

    Insomma per BB “l’utente finale” che un tempo meritava rispetto ed ascolto…oggi non conta più nemmeno se da voce al proprio scontento nei blog di mezzo mondo…neppure se si ostina ad acquistare un prodotto che sta ” morendo”…nemmeno se urla che crede in quel prodotto, che quel prodotto serve…e che per quello ha investito danaro.

    Lancio una provocazione…ma chissà che qualcuno non dia voce a tutte le voci che hanno voglia di dire la loro…propongo un BERRYBLACK DAY…o anche un BERRYBLACK WE ( week end ) ma anche un BERRYBLACK WEEK nel quale tutti i BLACKBERRISTY spengano il loro terminale per testimoniare il loro disappunto al management BB…per rivendicare il diritto all’ascolto, e la garanzia di un prodotto conforme alle aspettative prospettate, con i corretti aggiornamenti ed un prezzo adeguato.

    Provate a pensare a come finalmente ” QUALCUNO ” considererà gli effetti di una simile azione…immaginate i provider che perdano il guadagno per uno due giorni od un’intiera settimana…immaginate il Mandorlato…di fronte a a centinaia di migliaia di terminali spenti…immaginate di godervi un week end in pace a giocare con i vostri figli, a godere dei vostri amici, a porre in atto finalmente un’azione liberatoria…a provare a DECIDERE di nuovo cosa VOGLIAMO NOI…

    Immagino troppo??? Walter Elias Disney… diceva…” se puoi sognarlo…puoi farlo!!!”

    Meditate gente…Meditate

    WHY NOT? – Via BHack 10

  2. Aldo
    10 febbraio 2016 alle 0:57 Rispondi

    Mah..io dico per abbreviare la straziante agonia sarebbe auspicabile che nessuno comprasse piu’blackberry(gia’lo fanno in pochi)riguardo al comunicato ufficiale fatta salva la solidarieta’agli ex dipendenti bb,la nausea mi impedisce qualsiasi commento…ah un altro pezzettino.. – Via BHack 10

    1.  Mr. Prince 
      10 febbraio 2016 alle 16:18 Rispondi

      Eh no Caro Aldo…Darla vinta al CHENese?….Sta solo aspettando questo, che nessuno acquisti BlackBerry.

      Ha molto più senso invece creare il presupposto di Carla…

      Un bel WEEK-END “BERRYBLACK”…Tutti i BlackBerryani DOC, che spengano i loro terminali…Sarebbe una gran bella IDEA.

      Perché Voi della Redazione, non vi fate portavoci con tutti i vari Blog dedicati a BlackBerry e Organizzare una cosa simile?…

      Why Not?… – Via BHack 10

  3. Aldo
    11 febbraio 2016 alle 11:08 Rispondi

    Beh certo sarebbe una bella prova…domanda..ma chen e’ l imperatore di bb o il ceo?se e’,come e’,il ceo significa ke la maggioranza del cda condivide le sue scelte ok?quindi la strada e’quella ,condivisa..di piu’,bb sa perfettamente l umore dei clienti,sa ke nn condividono la,diciamo strategia ,aziendale ma se ne f…. allegramente..sa ke un utente blackberry vuole solo blackberry,se voleva un android comprava un samsung no?quindi ke fare?spegniamo i telefoni…ok va bene..sapendo gia’ke nn cambiera’nulla.ripeto bb sa benissimo ke nn approviamo niente delle scelte ma nn siamo cosi determinanti..forse gli utenti nordamericani hanno piu’diciamo voce in capitolo ma noi poveri europei siamo considerati come i 200 dipendenti licenziati qlk giorno fa..brutta roba ragazzi.. – Via BHack 10

Lascia un commento

Articoli Simili